Carta per la parità salariale nel settore pubblico

I poteri pubblici svolgono un ruolo esemplare nella promozione della parità salariale. Firmando la Carta le autorità affermano la propria intenzione di attuare la parità salariale nel loro ambito di competenza, come datori di lavoro, committenti pubblici o enti che erogano sussidi. Da novembre 2019, le aziende parastatali di tutti i livelli federali hanno anche loro la possibilità di firmare la Carta. Con questo impegno comune s’intende lanciare un segnale alle datrici e ai datori di lavoro pubblici e privati.

Nel settembre 2016, il consigliere federale Alain Berset ha varato la Carta per la parità salariale insieme a governi cantonali e comunali. Unitamente allo strumento standard di analisi della Confederazione Logib, la Carta è stata insignita nel 2018 dello «United Nations Public Service Award».

Finora, la carta è stata firmata da 16 Cantoni, da 86 Comuni e dalla Confederazione.

In seguito a questo successo, il settore pubblico ha rafforzato il suo impegno. Dal 4. Incontro nazionale sulla promozione della parità salariale nel settore pubblico il 28 novembre 2019, le aziende parastatali di tutti i livelli federali possono anche loro aderire alla Carta per la parità salariale.

Finora, la Carta è stata firmata da 34 aziende parastatali.


Ulteriori informazioni

Contatto

Eduard Jaun
Responsabile di proghetti Parità salariale

T +41 58 465 84 70 

eduard.jaun@ebg.admin.ch

Stampare contatto

https://www.ebg.admin.ch/content/ebg/it/home/temi/lavoro/parita-salariale/impegno-settore-pubblico/carta-parita-settore-pubblico.html