Care: prendersi cura del prossimo

Retribuito o no, il lavoro di cura, di assistenza e domestico a favore di bambini e adulti, benché imprescindibile, non è ancora sufficientemente riconosciuto.

Chi svolge un lavoro di cura non retribuito deve fare i conti con le ripercussioni negative a livello di carriera professionale e di protezione sociale. La libertà di scelta nella ripartizione del lavoro tra donna e uomo resta quindi limitata.

Nelle istituzioni pubbliche e private come asili nido, ospedali, case di cura e nelle economie domestiche il lavoro di cura retribuito è oggetto di crescenti pressioni al risparmio e alla razionalizzazione, ciò che, inevitabilmente, comporta un peggioramento delle condizioni di lavoro.

Poco importa se un lavoro di cura è retribuito o no, né se le persone che ne beneficiano sono adulti o bambini: dato che sono principalmente le donne a svolgerlo, sono soprattutto loro a essere penalizzate.


Fatti

Prendersi cura degli altri è un lavoro estremamente impegnativo. Circa il 20 per cento di tutto il lavoro svolto in Svizzera rientra...

Le misure principali dal punto di vista della parità

Affinché donne e uomini abbiano maggiore libertà di scelta nello svolgere un lavoro di cura...

Obiettivi

La nostra visione: il lavoro di cura è riconosciuto, ripartito in modo più equilibrato tra donne e uomini, ed economicamente sopportabile.


Ulteriori informazioni

https://www.ebg.admin.ch/content/ebg/it/home/temi/lavoro/care--prendersi-cura-del-prossimo.html