Strategia Parità 2030

La Strategia Parità 2030 è stata adottata dal Consiglio federale il 28 aprile 2021. È la prima strategia nazionale della Confederazione a promuovere specificamente la parità tra donne e uomini.

La strategia si focalizzata su quattro campi d'azione:

  • Vita professionale e pubblica
  • Conciliabilità e famiglia
  • Violenza di genere
  • Discriminazione

La prospettiva indica ciò che la Confederazione, in collaborazione con i cantoni e i comuni, intende realizzare nei prossimi anni con la sua politica di parità.

Donne e uomini partecipano con le stesse opportunità alla vita economica, familiare e sociale, fruiscono per tutta la vita della stessa sicurezza sociale e realizzano le loro aspirazioni in un ambiente improntato al rispetto e privo di discriminazioni e violenza.

Dall’introduzione del suffragio femminile nel 1971 e dall’adozione dell’articolo costituzionale sull’uguaglianza nel 1981, la Svizzera ha compiuto progressi nella parità tra donna e uomo, ma non l’ha ancora pienamente attuata. Dunque, è necessario un miglioramento. È una questione di giustizia nei confronti delle donne, ma anche di benessere sociale e di prosperità economica.

Per colmare le lacune in questo campo, il Consiglio federale ha deciso di inserire nel suo programma di legislatura 2019–2023 una strategia nazionale per la parità tra donne e uomini (Strategia Parità 2030), che pone l’accento sulla promozione dell’uguaglianza professionale, sul miglioramento della conciliabilità tra lavoro e famiglia e sulla lotta contro la discriminazione, il sessismo e la violenza. L’obiettivo è realizzare l’uguaglianza di diritto e di fatto tra donna e uomo sancita nell’articolo 8 capoverso 3 della Costituzione federale.

  • L’autonomia economica delle donne è rafforzata durante l’intero arco della vita, indipendentemente dallo stato civile e dalla situazione familiare.
  • Donne e uomini fruiscono di condizioni quadro che favoriscono la conciliabilità tra vita privata/familiare e vita professionale, nonché la ripartizione equilibrata di lavoro retribuito e lavoro domestico/familiare non retribuito.
  • La violenza contro le donne e la violenza domestica diminuiscono e la sicurezza personale delle donne migliora.
  • Discriminazione, sessismo e stereotipi di genere non sono più tollerati dalla società e non limitano più i modi di vivere delle donne e degli uomini.

Per ognuno di questi obiettivi la strategia contempla una serie di provvedimenti di portata sia nazionale che internazionale. Tutti i dipartimenti e la Cancelleria federale sono coinvolti e responsabili dell’attuazione di provvedimenti. 

Un piano d'azione è stato creato con l'obiettivo di attuare la Strategia e realizzare le misure prioritarie. Oltre alle misure prioritarie
2021-2023, il piano d'azione contiene nuove misure della Confederazione che possono essere attuate fino al 2030.

Nel quadro di questo piano d'azione, sono stati raccolti i contributi dei cantoni e alcuni esempi di buone pratiche delle città nei settori "lavoro e vita pubblica" e "discriminazione". 

Puoi trovare informazioni e notizie sulla Strategia per la parità 2030 sull'account Twitter: @CH_Equality2030

https://www.ebg.admin.ch/content/ebg/it/home/temi/diritto/gleichstellungsstrategie2030.html