Entra in vigore la Convenzione di Istanbul sulla protezione delle donne dalla violenza

Berna, 27.03.2018 - Il 1° aprile 2018 entra in vigore in Svizzera la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul). La Convenzione è il primo strumento vincolante a livello europeo per tutelare le donne e le ragazze da qualsiasi forma di violenza, compresa quella domestica.

La violenza contro le donne e la violenza domestica costituiscono gravi violazioni dei diritti umani e sono diffuse anche in Svizzera: ogni due settimane una persona muore per violenza domestica e ogni settimana una persona è vittima di un tentato omicidio.

Lo scopo della Convenzione di Istanbul è di prevenire, combattere e perseguire la violenza fisica, psichica e sessuale contro le donne secondo gli stessi standard a livello europeo. Sono considerati violenza anche lo stalking, i matrimoni forzati, le mutilazioni genitali femminili, l'aborto e la
sterilizzazione forzati. L'accordo è espressione di un approccio globale che va dalla prevenzione, alla protezione e al sostegno delle vittime fino al perseguimento penale dei colpevoli. Nei casi di violenza domestica, la Convezione si applica a tutte le vittime, a prescindere dal sesso.

Le basi legali svizzere e le misure adottate finora da Confederazione, Cantoni e Comuni soddisfano ampiamente le esigenze della Convenzione. Al momento si sta studiando come migliorare l'offerta di consulenze telefoniche.

L'attuazione dell'Accordo compete alla Confederazione e ai Cantoni nel quadro dei rispettivi compiti e competenze.

L'Ufficio federale per l'uguaglianza fra donna e uomo la coordina sul piano nazionale e ne riferisce regolarmente al Consiglio d'Europa.

Il coordinamento a livello cantonale è assicurato dalla Conferenza svizzera contro la violenza domestica su incarico della Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia e della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali delle opere sociali. L'attuazione della maggior parte degli aspetti della Convenzione, quali il perseguimento penale, l'aiuto alle vittime e la protezione degli adulti e dei bambini, rientra nella competenza dei Cantoni.

Il 13 novembre 2018 avrà luogo a Berna una conferenza nazionale sulla Convenzione di Istanbul organizzata dall'Ufficio federale per l'uguaglianza fra donna e uomo.


Indirizzo cui rivolgere domande

Sabine Baumgartner, addetta alle pubbliche relazioni UFU
+41 58 46 329 31
sabine.baumgartner@ebg.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale per l'uguaglianza fra donna e uomo
https://www.ebg.admin.ch/ebg/it/home.html

Contatto

Sabine Baumgartner
Addetta alle pubbliche relazioni
T +41 58 463 29 31

Eduard Jaun
Sostituto
T +41 58 465 84 70

media@ebg.admin.ch

Stampare contatto

Abbonarsi ai comunicati stampa

https://www.ebg.admin.ch/content/ebg/it/home/l-ufu/nsb-news_list.msg-id-70247.html