Personaggi della storia della parità in Svizzera

La realizzazione della parità fra uomo e donna è un processo che ha preso avvio già molto tempo addietro e che procede soltanto a piccoli passi. Singole figure femminili e maschili, attraverso il loro impegno esemplare, hanno contribuito a portarlo avanti. Nel contesto storico, le loro idee e le loro attività sono quasi sempre risultate molto inconsuete, tanto da provocare una forte opposizione della società.

Di seguito sono presentati alcuni uomini e alcune donne che hanno segnato la storia della parità in Svizzera. La scelta dei personaggi proposti è dettata da criteri soggettivi e non ha la pretesa di essere esaustiva : l'elenco, infatti, sarà regolarmente ampliato.

Marie Goegg-Pouchoulin (1826-1899)

Marie Goegg-Pouchoulin (1826-1899)

"Sono convinta che un giorno vinceremo la nostra battaglia, che non mira ad altro se non a garantire a tutti gli individui il trionfo della giustizia, della libertà, dell'educazione e della felicità."

Herman Greulich (1842-1925)

Herman Greulich (1842-1925)

„La necessità di dare alle donne gli stessi diritti politici degli uomini non è una questione partitica, ma un caposaldo della democrazia, un risultato della Dichiarazione dei diritti umani."

Marie Heim Vögtlin (1845-1916)

Marie Heim Vögtlin (1845-1916)

"Sono felicissima: mai avrei immaginato che le cose potessero prendere questa direzione. Ma sono ancora più felice se penso alle donne in generale, e non tanto a me stessa."

Emilie Kempin-Spyri (1853-1901)

Emilie Kempin-Spyri (1853-1901)

"Vi prego di credere che, nonostante il mio studio, sono ancora in possesso di quelle arti e quelle abilità necessarie a una donna di casa. Grazie agli insegnamenti della mia defunta madre lo sarò per tutta la vita."

Meta von Salis-Marschlins (1855-1929)

Meta von Salis-Marschlins (1855-1929)

„Il mio primo passo falso nella vita è stato quando sono venuta al mondo con le sembianze di una donna."

Clara Ragaz (1874-1957)

Clara Ragaz (1874-1957)

"In uno Stato che condanna metà della popolazione a una condizione di inferiorità a vita non c'è ancora quello spirito di giustizia e fratellanza che costituisce il fondamento della vera pace."

Emilie Gourd (1879-1946)

Emilie Gourd (1879-1946)

„Senza l'emancipazione delle donne, il concetto di democrazia sarebbe soltanto ipocrisia e menzogna."

Margarethe Faas-Hardegger (1882-1963)

Margarethe Faas-Hardegger (1882-1963)

"Frequento quasi soltanto i più poveri, i miserabili, quelli che stanno sul gradino più basso della scala sociale, là dove ci troviamo anche noi lavoratrici, i disperati per i quali la speranza, le emozioni e la vita sono possibili unicamente in una società completamente rinnovata."

Marie Boehlen (1911-1999)

Marie Boehlen (1911-1999)

"La mia passione, la politica, ho potuto viverla solo a sessant'anni."

Iris von Roten (1917-1990)

Iris von Roten (1917-1990)

„La pura gioia di vivere mi ha reso una femminista. Tutto ciò che il mio cuore desiderava - avventure eccitanti, paesi lontani, belle prove di forza, indipendenza, libertà, gli aspetti spumeggianti della vita insomma - tutto ciò era, in verità, riservato unicamente agli uomini."

Emilie Lieberherr (1924-2011)

Emilie Lieberherr (1924-2011)

„A quel punto, fischiammo al Consiglio federale e agli uomini."

Judith Stamm (1934)

Judith Stamm (1934)

«Innanzitutto dovevo scoprire cosa significasse esattamente il termine ‘donna emancipata'. Con il tempo ho cominciato a considerare questa etichetta come un riconoscimento perché le persone hanno imparato ad apprezzare la mia posizione chiara.»

Elisabeth Kopp (1936)

Elisabeth Kopp (1936)

"Il fatto di vedere donne ai vertici deve diventare naturale tanto quanto vedere uomini lavorare negli asili infantili"

Ulteriori informazioni

Contatto

Ufficio federale per l'uguaglianza fra donna e uomo UFU

Schwarztorstrasse 51

3003 Berna

T +41 58 462 68 43

ebg@ebg.admin.ch

Stampare contatto

https://www.ebg.admin.ch/content/ebg/it/home/dokumentation/persoenlichkeiten-aus-der-schweizer-gleichstellungsgeschichte.html