Marie Boehlen (1911-1999)

"La mia passione, la politica, ho potuto viverla solo a sessant'anni."

© AGoF: Archiv zur Geschichte der schweiz. Frauenbewegung, Bestand 556: Marie Boehlen
© Archiv zur Geschichte der Schweiz

Marie Boehlen nasce nel 1911 in una fattoria di Riggisberg, nel Canton Berna. Comincia a leggere in tenera età e sogna di diventare una scrittrice e di frequentare l'università. Durante la gioventù, nutre un interesse marginale per la politica.

Al termine della scuola magistrale, contravvenendo al volere del fratello maggiore che alla scomparsa dei genitori ha preso le redini della fattoria, Marie Boehlen recupera la maturità e intraprende gli studi di diritto. All'università comincia a interessarsi alle questioni femminili e alla politica.

Dopo la laurea in giurisprudenza assume la presidenza della sezione bernese dell'Associazione svizzera per il suffragio femminile. Ottenuto il dottorato, a 46 anni trova finalmente un impiego all'altezza delle sue capacità e diventa la prima donna a ricoprire a tempo pieno la carica di giudice dei minori in Svizzera (per la Città di Berna 1957-1971).

Nel 1971 il suffragio femminile diventa finalmente realtà e l'ormai sessant'enne Marie Boehlen va in pensione. Da questo momento può finalmente dedicarsi come lei stessa dice alla sua passione: la politica. Nel 1972 è eletta nel Consiglio comunale della Città di Berna e due anni più tardi diventa una delle prime donne a conquistare uno scranno nel Gran Consiglio del Canton Berna. A 74 anni viene insignita del premio Ida Somazzi per l'impegno di una vita a favore dell'uguaglianza tra donne e uomini.

Durante il suo discorso di ringraziamento confessa di aver riportato più sconfitte che vittorie e di essersi spesso attirata l'astio della gente a causa del suo attivismo per i diritti delle donne. Ciò nonostante è lieta di aver fornito un piccolo contribuito all'attuazione di un grande mutamento sociale: la trasformazione di un rapporto di inferiorità-superiorità in un rapporto di collaborazione tra i sessi basato sull'uguaglianza e sulla parità dei diritti.

Lettura consigliata disponibile presso il Centro di documentazione dell'UFU:

Lüscher, Liselotte (2009): Eine Frau macht Politik. Marie Boehlen 1911-1999. Zurigo: Limmat Verlag

 
https://www.ebg.admin.ch/content/ebg/it/home/documentazione/personaggi-della-parita/marie-boehlen--1911-1999-.html